Michelangelo Antonioni

L'insostenibile leggerezza dell'essere e 
l'alienazione mai superata: 
Rivedere o vedere per la prima volta 
quattro film di un maestro in questa torrida estate. 
La Notte, L'Avventura, L'Eclisse e Deserto Rosso
L'occasione per ammirare una conturbante e 
splendida Monica Vitti.
Vi è più che capacità di leggere gli eventi e di 
interpretare la realtà nei film di Antonioni. C'è 
preveggenza. Tutti i fantasmi, l'alienazione, la 
sfiducia, l'impermeabilità che trasudano dalle 
visioni dei quattro film sono davanti ai nostri 
occhi oggi. Bianco e nero per sottolineare il 
grigiore esistenziale ad eccezione di Deserto Rosso
dove il colore e il suono aumenta l'impatto della 
sofferenza alienante. Non ci sono grandi storie, 
ma una ricerca insinuante di un linguaggio filmico 
che riesca ad esplicare uno dei più grandi misteri, il senso stesso.


Bobbio - Seminario residenziale critica 2017

Anche quest'anno a Bobbio…

Alien:Covenant - Ridley Scott 2017

L'astronave Covenant è diretta su Origae-6
per stabilire un avamposto umano con a bordo
2000 coloni in ibernazione. Qualcosa và storto,
e l'equipaggio è costretto a cambiare destinazione
di atterraggio…Sesto film della saga, il terzo
diretto da Scott e siamo nel pre-sequel del
primo film. Tutta la magia dell'idea iniziale è
sparita e resta solo lo sfruttamento del successo,
che continua a protrarsi. Gli amanti del genere
non possono esimersi dal vederlo, ma è solo un
cedere alle proprie passioni.

2 Stelle

La La Land - Damien Chazelle 2016

Storia d'amore fra un'attrice e un musicista jazz,
in una Los Angeles dei tempi nostri. Tormentata e
burrascosa…Chazelle stavolta tenta proprio un musical,
ossia un'operazione oggi rischiosissima; ma
sembra saperlo, e anzi attraverso il genere
ci parla della possibilità o dell'impossibilità
di un certo tipo di cinema oggi. Ryan Gosling
ed Emma Stone non sono dei grandi ballerini
né dei gran cantanti: ma il regista sembra voler
utilizzare questa loro carenza, e farne forse
addirittura il tema del film. Chazelle fa comunque
centro, e porta a casa un sacco di nomination e
premi. Per tutti gli amanti dei musical.

3 Stelle

Arrival - Denis Villeneuve 2016

Dodici astronavi aliene arrivano sulla
terra, la Dott.ssa Louise Banks
e Ian Donnely vengono incaricati
dall'esercito per trovare un modo di
comunicazione. Tra la minaccia di
una guerra globale e le intuizione dei
due studiosi, avverrà un'illuminazione…
Il film sembra un po' di Spielberg e un
po' Malick, splendido figurativamente e
pone una buona domanda, se è il nostro
italiano o il nostro inglese che determina
anche il nostro modo di pensare, esiste
una lingua capace di mutarci, verso una
consapevolezza più alta ? Per il resto si
attorciglia verso una logica buonista e
messianica molto cara a Hollywood.

2 Stelle


Indivisibili - Edoardo De Angelis 2016

Viola e Dasy sono due sorelle siamesi che vivono
lungo il litorale casertano. Sanno
cantare e si esibiscono nelle feste paesane
e alle cerimonie sotto compenso che è l'unico
introito famigliare. Quando si insinua fra di
loro il sogno di essere divise la realtà diventerà
spietata…Dopo i due pregevoli Mozzarella Story
e Perez, De Angelis diventa più visionario, lucido,
disperato. Ambienta la sua storia a Castel Volturno
in un paesaggio agghiacciante, abbandonato e
potentissimo. In cui il degrado che stà intorno è pari
al degrado morale dentro i protagonisti. Il regista
sceglie di restare incollato alle due straordinarie
attrici lasciando sullo sfondo la storia che trasudano
bravura e umanità.

5 Stelle

Il Cliente - Asghar Farhadi 2016

Emad e Rana sono costretti a lasciare il proprio
appartamento a Teheran. Un amico trova per loro
in fretta un'altro alloggio. Fra le difficoltà del traslocco
e l'adattamento alla nuova casa succederà
un incidente che cambierà il loro rapporto e
la loro vita…Dopo About Ely e Una Separazione,
Farhadi mette insieme un'altro piccolo grande film.
Una sceneggiatura certosina, precisa, incalzante
e la direzione degli attori magnifica fà di lui un
grande regista. Il film si interseca fra la vicenda nella
società Iraniana (svelandone alcune contraddizioni) e
la messa in scena del Commesso Viaggiatore Di Miller.
Realtà e finzione che si scambiano, come cambia
continuamente il punto di vista sui personaggi.
Una buonissima lezione di cinema e moralità.
Premio per la Miglior sceneggiatura e Interpretazione
Maschile al 69 Festival di Cannes 2016

4 Stelle